GLI ARCANGELI

In principio gli Arcangeli erano cinque: Lucifero, Michele, Gabriele, Raffaele e Uriele. Gli Arcangeli sono a capo dell’esercito di Dio, ognuno con il proprio compito. Nella dimensione in cui vivono hanno delle cariche molto diverse da quelle che svolgono per noi sul pianeta terra. Sono dei Soldati.

La Chiesa ne riconosce solo tre, Michele Gabriele e Raffaele e i motivi sono abbastanza ovvi se si conosce la loro storia. Lucifero che era il braccio destro di Dio ovvero Colui che porta la Luce si narra sia stato bandito dal regno dei Cieli per diventare il principe delle tenebre, cosa vera fino ad un certo punto, le cose non sono andate proprio come ce le raccontano ma questo merita un capitolo a parte che approfondirò sicuramente, perché rimango dell’idea che conoscere la verità sia sempre utile per potersi fare la propria opinione e regolarsi poi di conseguenza. Uriele è colui che porta la Spiritualità vera. Questo significa che esistono Angeli più spirituali ed Angeli meno spirituali? Ebbene si. Uriele o Uhriel come viene comunemente chiamato è l’Arcangelo che avvicina l’essere umano al piano spirituale, quello che tiene sotto la sua ala quelle persone troppo mentali, razionali, quelle che non credono a nulla, quelle che solitamente dicono” polvere nasciamo e polvere torneremo”. Il più etereo dei cinque, quello che si riesce a definire poco, ha un’energia molto sottile, una vibrazione molto alta, una forte sensibilità ed una voce acutissima che si riesce a percepire di solito solamente un secondo prima di dormire. Quando arriva nella vita di qualcuno si presenta sempre a seguito di un evento doloroso o traumatico, inizia da lì il suo lavoro di trasformazione dell’essere umano.Raffaele ha sembianze quasi femminili, biondo con i capelli molto lunghi, una tunica azzurra e un’innata dolcezza, quel tipo di energia che fa sì che noi ci sentiamo dentro ad un limbo. Lui arriva a quelle persone che sono alla ricerca di se stesse, del loro scopo di vita, è l’Angelo dei deboli, degli insicuri dei sensibili, degli schizofrenici e degli Autistici. Sotto la sua ala tiene tutte quelle persone che hanno una vita difficile, ai margini della società, i pazzi, i barboni, gli emarginati. Lui come tutti gli altri tranne Uriele ha il permesso di prendere sembianze umane quando è necessario, e possiamo riconoscerlo attraverso il barbone, l’ubriacone o il pazzo che in modo molto sconclusionato ci dice qualcosa che ci sarà utile per risolvere un problema. Porto molto rispetto per lui e il suo operato, mi dona sempre molta serenità e dolcezza. Gabriele invece è decisamente più energeticamente terreno, lui entra attraverso i nostri sogni, si occupa della salute della nostra mente nonché della nostra Anima. Sotto la sua Ala ci sono tutte quelle persone con un percorso spirituale avviato, quelli che “sentono”, percepiscono e sanno che esiste un posto dal quale noi veniamo che è casa, lui attraverso i sogni o le meditazioni profonde a volte ci riporta lì, inoltre è il Messaggero, quello che ci avvisa, ci mette in guardia. Non so se a voi è mai capitato di voler dare una risposta ma la vostra bocca ne pronuncia un’altra, ecco quello è lui e questo sta a significare che la risposta che partiva dalla vostra mente era totalmente sbagliata rispetto al vostro percorso di vita. Ultimo ma non ultimo Michele, conosciuto dai più come colui che combatte il male, ed è assolutamente vero. L’energia di Michele è quasi la nostra, quando si presenta le nostre reazioni sono quelle di girarsi per vedere chi c’è dietro di noi, ci sentiamo osservati, abbiamo caldo improvvisamente e quasi sempre piangiamo senza conoscerne il reale motivo.

Non solo ci protegge da tutte quelle basse energie che senza che ce ne rendiamo conto rovinano i nostri piani e la nostra vita, ma lui è anche quello che ci porta all’azione, alla concretezza, al fare… lui ci dice “basta pensare, devi agire” io dico sempre che ci da un calcio nel sedere per farci reagire. Sta molto tra di noi, prende spesso sembianze umane per metterci alla prova e per smascherare tutti quelli che…beh quelli che non giocano la partita della vita sulla terra correttamente. Quando deve proteggere qualcuno dal male si mette in piedi in un angolo della camera da letto con la sua spada ben piantata davanti a lui e vi assicuro che “lasciate ogni speranza voi che entrate”. Alza spesso la voce, si arrabbia e a volte ritiene che siamo abbastanza stupidi ma vi assicuro che se entrerà nella vostra vita, la sensazione che proverete sarà quella di protezione assoluta, e quando se ne andrà vi sembrerà che non ci sia più nessuno, rimarrete per un po’ persi e smarriti ma sicuramente più forti di prima. Il tempo e le reazioni che avrete di fronte agli accadimenti della vostra vita vi daranno dimostrazione di quello che vi sto dicendo.

Gli Arcangeli sono “mobili” nel senso che arrivano quando abbiamo bisogno di un certo tipo di energia per andare avanti, rimangono il periodo che serve e poi se ne vanno, rimanendo a vegliare su di noi da lontano. Questo serve per vedere se abbiamo capito, cosa che molte volte non avviene e altre invece si. Possiamo anche chiamarli chiedendo il loro aiuto, aiuto che rimane per me il più prezioso che l’universo ci possa mettere a disposizione.

Rispondi