HOME SWEET HOME

Questa settimana vorrei parlarvi della casa, della fondamentale importanza che ha il posto in cui viviamo e di chi la abita a parte noi. Da sempre la nostra abitazione è considerata il nostro rifugio, il nostro tempio, il nostro porto sicuro, perché quando siamo a casa nostra possiamo finalmente rilassarci, essere noi stessi, dire, fare e comportarci come ci pare. Nella nostra casa le nostre difese si abbassano, le maschere cadono e il nostro vero io esce allo scoperto…. Bellissimo tutto ciò se non fosse che dentro ogni abitazione ci sono molte energie che gravitano e alcune non sempre amichevoli. Sono solita, a chi si sta accingendo a comprare o affittare casa dire se è possibile di chiedere la storia della casa o dell’appartamento, lo faccio perché i muri assorbono la vita delle persone che vi abitano, assorbono tutto per poi ributtarlo fuori e ricreare situazioni analoghe se non uguali e così, ci ritroviamo a ripercorrere tratti della vita di chi ha abitato in quel posto prima di noi. Questo significa che se quella casa è stata abitata da persone buone, piene di amore che si sono amate e hanno amato tutto andrà per il meglio, ma se in quel posto ci sono state malattie, dolori, liti e dispiaceri o morti violente, la nostra vita diventerà improvvisamente difficile, inizieremo a non stare bene, a litigare con il nostro coniuge o con i nostri figli, diventeremo rabbiosi o ci ammaleremo e questo purtroppo accade perché assorbiamo noi stessi quello che i muri rilasciano. Nella città in cui vivo c’è un meraviglioso castello affacciato sul mare, ebbene io non riesco ad entrarci, o meglio ci entro ma con un autonomia di mezz’ora circa, poi mi sento male…. I muri, i mobili, i quadri…sento tutto il dolore e la disperazione che ha vissuto la sventurata proprietaria.

Tuttavia non è difficile tenere “pulita” energeticamente la nostra casa, cercherò di andare con ordine: Ogni famiglia dovrebbe avere un gatto, i gatti sentono e istintivamente assorbono i blocchi energetici che ci sono, sia nella casa che addosso a noi, ogni persona che possiede o ha posseduto un gatto sa bene che se ad esempio abbiamo un dolore da qualche parte, il gatto si sistemerà sulla nostra parte dolorante e inizierà a fare le fusa e dei movimenti con le zampette davanti. Tutto questo non è casuale, infatti facendo questo il gatto “toglie” il blocco energetico che ci causa dolore, lo assorbe e poi lo scarica a suo modo; un’altra cosa frequente che i gatti fanno e mettersi a dormire nei posti più assurdi e disparati e nemmeno questo è casuale, vero è che se si sistema per più di qualche giorno nello stesso punto del divano noi finchè non cambia di posto non ci metteremo proprio lì perché se ci si mette lui significa che le energie che passano da quel punto non sono buone. Se un gatto entra nel vostro giardino vedete bene di non sognarvi di cacciarlo perché farà lo stesso eccellente lavoro di pulizia. I gatti poi non vanno abbandonati, maltrattati o non curati, sono esseri magici che esistono dalla notte dei tempi e credetemi se vi dico che la sanno lunga. Per i poveri sventurati che non hanno la possibilità di avere un gatto invece ( scherzo ovviamente 😊) ci sono altri modi  e altre cose che possono esserci d’aiuto: le piante ad esempio, ci sono delle piante grasse come il Kaktus o l’Aloe che fanno dei veri e propri miracoli senza avere bisogno di molta cura, e poi ci sono le piante d’interno, potete scegliere ovviamente la pianta che più vi chiama e dovete dedicarvi a lei o a loro nel vero senso della parola. Le foglie secche vanno rimosse sempre perché quelle hanno assorbito tutto lo schifo, non lasciatele morire di sete e nemmeno soffocare dentro l’acqua, se stanno bene in un posto non vanno assolutamente spostate e solitamente il posto loro è il primo posto dove le poggiate appena rientrate a casa dopo averle acquistate, prima che la vostra mente razionale faccia velocemente il giro della casa per capire dove starebbe meglio sistemata con il vostro arredamento, ecco… questo non si fa. Poi ci sono gli incensi che potete trovare di ogni genere e gusto, meglio sarebbe quelli naturali, le mie tanto amate candele che dovrebbero essere d’obbligo in ogni casa, voi ovviamente se non ne sapete il significato limitatevi ad accendere quelle bianche e vedrete che dopo qualche minuto l’atmosfera in casa sarà già cambiata e poi tra le cose semplici troviamo anche qualche fatina e qualche folletto…io ne ho uno o due praticamente in ogni stanza, li chiamo “i miei guardiani sicuri” perché questo fanno, e anche loro come le piante vanno trattati bene, odiano che la polvere si depositi addosso a loro per cui sempre puliti. Tutto questo vi sembra folle? Divertente? In realtà queste cose funzionano come funziona qualsiasi cosa che noi “carichiamo” di positività e alla quale chiediamo di “rimandarci” positività, le case poi hanno bisogno d’amore, dovete amare la vostra casa e trattarla bene altrimenti vi si rigirerà contro e in merito a questo voglio raccontarvi una cosa che mi è successa personalmente.

Per tutta una serie di vicissitudini della mia vita ho dovuto cambiare molte case, ovviamente le ho amate tutte chi più chi meno e ho cercato sempre di renderle il più conformi a me e alla mia energia, c’è stata una casa però che ho amato per poco tempo, non riuscivo proprio ad amarla e lei non amava me e né cani né gatti né piante ecc. sono serviti a migliorare la situazione, vi ho abitato comunque per cinque anni…un infinità! Gli ultimi due anni ho avuto proprio il rifiuto totale, la detestavo e volete sapere cos’è successo? Ha iniziato a rompersi qualsiasi cosa, elettrodomestici finestre porte…qualsiasi cosa… non riuscivo più a dormire nel mio letto, uno dei miei gatti scappava sempre e io non mi sentivo più al mio posto dentro quell’appartamento. Quando poi una mattina la caffettiera è esplosa ho capito che era giunto il momento di fare qualcosa e quindi ho acceso una candela bianca e come se stessi parlando ad un’amica con la quale avevo litigato ho fatto un bel discorsetto alla casa dicendole che mi dispiaceva molto averla detestata, trascurata e maltrattata che non sarei rimasta li ancora a lungo e che la pregavo di avere una tregua fino al momento in cui me ne sarei felicemente andata. Da quel giorno non è successo più nulla e quando ormai vuota l’ho salutata l’ho comunque ringraziata per l’ospitalità che mi aveva dato, ho fatto una bella pulizia energetica per cancellare ogni traccia del mio vissuto li dentro e sono uscita con la consapevolezza che gli inquilini successivi sarebbero stati sicuramente bene.

Spero con questi piccoli quanto efficaci trucchetti di esservi stata utile, è ovvio che poi esistono delle pulizie energetiche molto più forti ma che al momento non mi sento di rendere pubbliche, intanto ricordatevi di scegliere con molta cura la vostra casa, di chiedere chi vi abitava prima, di fermarvi un secondo a sentire cosa provate quando entrate, e una volta dentro date il benvenuto ad animali e piante, colorate qualche parete, le porte o i termosifoni, fate entrare allegria attraverso il colore, una camera da letto azzurra vi farà dormire sempre bene e una cucina verde vi porterà tante risate….fregatevene della moda e del design, arredate, costruite o disfate come vi sentite di fare e sarete per sempre…al sicuro.

Rispondi