GLI GNOMI – leggende o realtà?

A questo punto dovrei parlarvi degli Gnomi, argomento alquanto
complicatino per me perché non mi piacciono. Lo sapete che gli
Gnomi sono ovunque??? Entrano ed escono dalle nostre case
come pare a loro, e credetemi che un sacco di gente li vede, solo
che “vederli” fa parte di quelle cose da non dire a nessuno,
perché potresti essere scambiato per pazzo visionario, eppure ci
sono. Una volta la nonna di una mia amica mi disse che tutte le
sere prima di andare a letto lei lasciava sul tavolo del soggiorno
un bicchiere di vino rosso (che amano particolarmente) e dei
crostini con lo Stracchino e la mattina seguente non trovava più
nulla, per ringraziarla, questo Gnomo le sistemava il divano
mettendo tutti i cuscini in bilico sopra lo schienale, e che fosse
estate o inverno spalancava le finestre.

La signora viveva da sola,
era sana di mente e nemmeno troppo anziana, era
particolarmente affezionata a questo Gnomo che descriveva
come un Babbo Natale alto più o meno come un bambino di
cinque anni e vestito sempre di marrone chiaro, mi diceva “se
non mi credi prova, pensali, chiamali e poi mi saprai dire”….
Capirai, dirmi così equivale a sfidarmi e così è iniziata la mi
avventura con gli Gnomi. Come già vi ho detto più volte, nella mia
vita ne ho viste di tutti i colori ma questa cosa degli Gnomi, Elfi e
Fate faticavo parecchio a crederla, così nel mio solito modo
sarcastico e canzonatorio ho iniziato tutti i giorni a chiedere di
poter avere la prova dell’esistenza degli Gnomi, lo facevo non
troppo convinta perché nel mondo spirituale, che conosco
decisamente meglio funziona che prima devi fortemente credere
e poi arrivano le prove, qui dovevo fare il contrario, ad ogni modo mi sono applicata più che altro per curiosità, specificando bene
che non essendo io un soggetto dotato di molta pazienza se si
fossero sbrigati mi avrebbero fatto un grande piacere. Ora non
ricordo bene quanto tempo è passato ma ad un certo punto, una
mattina i miei occhiali da sole erano spariti, questo per me
equivale ad una tragedia perché da bravo Vampiretto quale sono
la luce del giorno mi da un enorme fastidio, ho sempre gli occhiali
da sole addosso, anche quando piove, anche quando ormai è
quasi buio ed essendo che porto le lenti da vista ne ho solamente
un preziosissimo paio, quindi potete immaginarvi voi… bhe ho
cercato quegli occhiali come una pazza, in lungo e in largo, in ogni
borsa in ogni angolo, in ogni cassetto pur sapendo bene che li
lascio sempre nello stesso posto, sulla mensola dell’entrata
assieme alle chiavi della macchina e a quelle di casa. Quella
mattina sono uscita furibonda, dovete sapere, che sono anche
una grande sbadata e questo significa che quando accadono
queste cose vado immediatamente in senso di colpa, “chissà
dove gli ho lasciati, devo averli posati da qualche parte e non lo
ricordo, sono un idiota deficiente ora dovrò spendere un sacco di
soldi per farne un altro paio eccetera… eccetera… eccetera…………
Quando sono rientrata a casa ero profondamente avvilita, mi
sono tolta le scarpe e sono andata verso la camera da letto, è
stato allora che ho visto qualcosa entrare nell’armadio, si si
proprio dentro l’armadio ovviamente mi sono spaventata e
mentre mi giravo per darmela a gambe mi sono resa conto che il
letto era mezzo disfatto, ora, sarò anche sbadata e casinista e
smemorata però il letto lo faccio ogni mattina, una delle prime
regole della Kabala è “ se voi che la tua giornata parta bene fai il
letto tutti i giorni” quindi come mai era mezzo disfatto?????

E così mi sono avvicinata al letto e ho iniziato a cercare, disfandolo
completamente ma nulla, fino a quando ho alzato il materasso e
indovinate cosa ho trovato? I miei occhiali. Mi sono diretta verso
l’armadio ho aperto le ante e ovviamente dentro non c’era
nessuno. Inutile dirvi che sono corsa a casa della nonna della mia
amica chiedendole di spiegarmi cosa fanno questi Gnomi nelle
nostre case….”loro vengono a curiosare, a tenerci d’occhio , sono
dispettosi per natura e piuttosto ladri, e se percepiscono in noi
titubanza o sarcasmo iniziano a farci i dispetti, tipo spariscono le
cose si possono trovare oggetti spostati, si sentono strani suoni
tipo grugniti, le porte sbattano i letti si disfano e può essere
anche che capiti di trovare tutta la cucina in disordine o che
addirittura durante la notte ci sparisca qualcosa che abbiamo
addosso, sono molto attratti dalle cose che luccicano quindi
occhio a collane bracciali, anelli e orecchini, detto questo se vuoi
che stiano tranquilli e non si rubino nulla metti sempre un
gomitolo di lana dentro l’armadio, a loro la lana piace quindi si
prenderanno quella e ti lasceranno tranquilla”…. Dopo questa
spiegazione nel tempo ho potuto appurare da sola tutto questo, e
spesso offro loro delle cose dolci per far si che a casa mia rimanga
tutto in ordine, o mi rivolgo a loro molto tranquillamente se
qualche cosa sparisce, e ovviamente, i gomitoli di lana sono nei
miei armadi.

Non sono ancora riuscita a comprendere bene l’utilità della
comunicazione tra di noi e gli Gnomi perché oltre ad ottenere la
prova della loro esistenza non sono mai riuscita ad avere nessun
tipo di interazione diretta, ma sono certa che anche loro come
tutti gli altri avranno la loro utilità, e che come quella degli altri
sarà preziosissima per il nostro pianeta.

Rispondi