INVIDIA

il

“La Vanità…. Il peccato che preferisco” dice Lucifero più spesso di
quanto si possa immaginare, un tempo i Vizi Capitali erano 9
almeno così si dice, i due che sono stati tolti sono la Tristezza e la
Vanità. Lucifero sulla Vanità che fa diventare le persone egoiste
ed egocentriche e sulla Tristezza che fa diventare le persone
apatiche, pessimiste e deboli gioca molto, riuscendo spesso ad
ottenere ciò che vuole. Il modo in cui l’Angelo caduto che poi
tanto caduto non è usa le nostre debolezze per confonderci le
idee e condurci sul binario sbagliato rimane per me uno degli
argomenti più affascinanti ed utili di cui parlare e mi sono
ripromessa di farlo presto, bene e a lungo…oggi però vi parlerò
dell’Invidia, Peccato Capitale in grado di rovinare la vita di molti,
soprattutto di quelli che non la posseggono.

Invidiosi si nasce, io lo dico sempre l’invidia è un seme che cresce dentro le persone
che lo hanno, e perché alcune persone nascono con questo
seme? Perché non sono riuscite ad elaborarlo, capirlo ed
eliminarlo in altre vite. L’Invidia consuma le persone, le fa
diventare avide cattive e disposte a tutto pur di avere più degli
altri. L’invidioso pensa spesso di essere molto sfortunato, di
essere buono e più meritevole degli altri, pensa che tutto attorno
a lui sia poco, ingiusto e immeritato… critica le persone che sono
riuscite a migliorare la loro vita, ad avere qualcosa in più, per
l’invidioso nessuno è veramente meritevole tranne lui, chi riesce
nella vita per chi prova invidia non lo fa mai per merito suo e
prova un sincero quanto spietato disappunto quando qualcuno
riesce ad ottenere qualcosa in più. Difficilmente l’invidioso
raggiunge il successo onestamente, proprio la bramosia di avere

lo fa ricorrere ad ogni mezzo lecito ed illecito per arrivare
all’obiettivo che si è prefisso. Se poi vogliamo parlare a livello
energetico l’invidia riesce a fare dei grossi danni, essere soggetti
ad invidia significa non riuscire mai ad ottenere nulla in modo
semplice, significa sentirsi spesso deboli e spossati, con dei
frequenti giramenti di testa, l’invidia ci fa male, molto male ci
sono delle persone che per l’invidia di altre sono state distrutte
come la povera Mia Martini. Una persona invidiosa riesce ad
essere veramente cattiva, piena di odio, di rancore, finta vittima
spesso con la mania di controllo che manipola tutto quello che la
circonda, spesso nella vita riescono ad ottenere ciò che vogliono
ma mai saranno veramente felici perché quello che avranno
ottenuto non sarà mai abbastanza, non sarà mai sufficiente, non
sarà mai adeguato a loro, vogliono di più, sempre di più. Per loro
la fortuna, la meritocrazia, l’impegno non bastano,
semplicemente non esistono. Solitamente pretendono molto da
chi hanno vicino, le donne oltre che a mirare a carriere piuttosto
consistenti sempre con quell’aria di rivincita nello sguardo, con il
loro “mi è dovuto, me lo merito con tutto quello che ho passato”
pretendono mariti altrettanto rampanti o completamente votati
a loro, per non parlare poi dei figli ai quali viene chiesto sempre
tanto di più di quello che possono o vogliono dare, riducendoli a
nevrotici insicuri e timorosi che spesso finiscono con il fare tutto
meno quello che nella vita avrebbero desiderato fare. L’uomo
invidioso invece di solito si dedica tutta la vita al raggiungimento
di uno status che deve assolutamente essere il top, lo fa
sferrando colpi bassi a destra e sinistra, criticando e sminuendo
tutti quelli che lo circondano. Cambia la macchina più o meno
ogni anno, la sua sarà sempre una casa di rappresentanza con la
moglie perfetta, i figli perfetti il cane perfetto, almeno in
apparenza poi ovviamente per lui l’erba del vicino sarà sempre la
più verde.

Eeh no non è una bella cosa l’invidia, è un Vizio
Capitale ma questo ce lo dimentichiamo tutti troppo spesso,
eppure ogni giorno abbiamo sotto gli occhi gli effetti devastanti
che provoca, non solo per chi la subisce ma anche per chi la
coltiva dentro se stesso vivendo male e condannandosi
all’infelicità.

Rispondi