DICEMBRE

il

Ormai manca poco al Natale, la ricorrenza per me più
importante, quella alla quale non rinuncerei per niente al mondo,
è sempre stato così, mi porto dietro da una vita precedente una
certa “Americanità” per il Natale, nel senso che oltre ad
addobbare alberi, case, finestre e chi più ne ha più ne metta, a
Dicembre il mio umore è migliore, non che io mi senta più buona,
questo no, trovo che troppa bontà spesso sia finalizzata a secondi
fini falsi e subdoli, ma più serena, felice, allegra. In realtà non ho
mai compreso bene perché Dicembre con il suo Natale provochi
in me questo stato d’animo fino a quando non mi è stato spiegato
che è un mese energeticamente terribile, un mese in cui tutte le
energie di bassa levatura vengono messe in atto anche
inconsapevolmente.

Tutti in qualche modo aspettiamo il Natale, dimenticandoci
spesso il vero significato di questa ricorrenza, ossia l’arrivo del
Figlio di Dio, colui che secondo la religione Cattolica si sacrificherà
per salvarci… ma salvarci da chi??? Dal male del mondo, quel
male che è stato messo lì per deviare il nostro percorso e la
nostra evoluzione.
Io ho la mia teoria su chi fosse in realtà Joshua Immanuel detto il
Cristo e ve la spiegherò sicuramente ma oggi voglio raccontarvi
perché a Dicembre mentre tutti ci impegniamo ad essere più
buoni, tolleranti, migliori le basse energie agiscono indisturbate.
Questo accade dalla Notte dei Tempi, perché si doveva impedire
l’arrivo di quest’Anima speciale nel mondo.

A Dicembre le persone si dividono in due categorie: “che bello è
Natale siamo tutti più buoni, amiamoci, rispettiamoci ecc. ecc.”
oppure “ che tristezza è di nuovo Natale, bisogna fingere di
amare tutti, vedere parenti che non conosci nemmeno ecc, ecc,”.
Questo significa che vengono messe in atto nell’Universo due
emozioni l’Amore e la Tristezza, ovvero il bene e il male. Questo
fa si che a livello energetico si crei un gran casino, le persone tristi
si deprimono giorno dopo giorno, dando a qualsiasi cosa
un’impronta negativa, che sia accendere una candela rossa o
addobbare un alberello senza amore, e dall’altra parte chi è
positivo è mooolto positivo, e questo per contrastare questa
bassa energia che viene a disturbarci.
Dicembre per me è importante anche per questo, il mio umore, il
mio agire, il mio essere sono volti principalmente a combattere
tutto quello che può nuocere le Anime incarnate che in questo
momento stanno facendo la loro esperienza evolutiva sulla terra,
quindi, se fate parte della categoria “ che tristezza” sappiate che
ogni volta che vi lamentate, che accendete una candela rossa che
fa tanto bello ma non tanto bene, che vi rattristate per le
luminarie o per una canzoncina di Natale, che provate
risentimento perché dovete fare finta di tollerare parenti che non
sopportate, non fate altro che alimentare tutto questo, creando
nella categoria “che bello è di nuovo Natale” un’enfatizzazione e
un’esagerazione su tutto proprio per contrastare anche
inconsapevolmente tutto il “nero” che gravita sopra il mese di
Dicembre.
Il mio augurio per tutti quindi è di stare sereni, di godersi tutto, le
lucine, gli alberi di Natale, le canzoni, la Vigilia. Il Natale, le cene i
pranzi, le tombole, e i doni piccoli o grandi che siano..
tutto questo prendendovi qualche minuto di riflessione per questo
bambino venuto al mondo con un carico così pesante e faticoso
da sostenere, un bambino al quale è stato chiesto di essere molto
più di quello che lui avrebbe voluto. Un uomo che probabilmente
non ha mai saputo perché gli stava succedendo tutto quello che
gli è successo.
Buon felice e sereno Natale a tutti 😊😊

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Adriana De Caro ha detto:

    Che meraviglia, grazie. Da una che adora le luci, l’albero e i doni (evviva il materiale) ma cerca di ricordare che il bambino è la cosa più speciale. Grazie di questa spiegazione bellissima, grazie per condividere e per accendere un fiammifero di luce di consapevolezza. Auguri

    1. heavenrosee ha detto:

      😘💖

Rispondi a Adriana De Caro Annulla risposta