CHI E’ LA NOSTRA ANIMA ( 2, PARTE)

il

Dove pensate che vivano le Anime? Le Anime vivono nella dimensione dalla quale proveniamo, meglio conosciuta come “Paradiso”, “Purgatorio” e “Inferno”. In realtà il termine più esatto sarebbe ” Aldilà”, cioè dall’altra parte, accanto a noi.

Cerco di spiegarmi meglio:

Anche i più scettici di voi si saranno sicuramente chiesti almeno una volta nella vita qual’è il senso della nostra esistenza, o meglio “esiste un motivo per il quale noi nasciamo? facciamo una fatica immane dovendo spesso affrontare situazioni pesanti, brutte, difficili, abbiamo a che fare con un destino beffardo, ci ammaliamo e poi moriamo?” che cosa succede dopo la nostra morte? LA MORTE… vero dilemma, la più grande paura di ogni essere umano. Vi voglio confidare che in realtà la morte è la parte più leggera di tutta la faccenda perchè quello è il momento in cui facciamo ritorno a casa, abbiamo finito l’ennesima prova , l’ennesimo esame e poco importa quanto bene siamo riusciti a fare, quello lo scopriremo una volta fatto ritorno, ed è da qui che voglio iniziare…

Quando un corpo muore l’Anima si stacca, questo lo sapete già immagino…una volta staccata ha bisogno di qualche minuto per rendersi conto di cosa sia successo, poi ci sono due opzioni, o si sale sul famoso fascio di luce che assomiglia molto ad una scala mobile, nel senso che trascina le Anime, o si rimane in questa dimensione terrena prendendo il nome tanto temuto dai più di “fantasma”. Chi sceglie di rimanere incastrato qui, lo fa di solito per un grande attaccamento alla vita, a qualcuno (mamma, marito, moglie, figli), a qualcosa ( la casa è la più frequente) o perchè subentra una grande paura e si rimane pietrificati. Nei miei viaggetti fuori dal corpo mi è capitato qualche volta di incontrare qualcuna di queste Anime e sempre, mi hanno fatto una grande pena, sono tristi, o molto arrabbiate con poca energia e intrappolate in una via di mezzo che spesso scambiano per il Purgatorio e qualche volta ho pensato anch’io che lo fosse visto che non sono mai riuscita a trovarlo da nessuna altra parte.

Il Purgatorio dovrebbe essere secondo la credenza Cattolica quel posto in cui le Anime vengono purificate e preparate al Paradiso, ma purificate da cosa??? beh dai peccati ( se così si possono chiamare) commessi durante la vita terrena. Io non mi sono mai imbattuta nel Purgatorio, oddio questo non esclude che esista ma il processo di comprensione a cui ogni anima viene sottoposta quando ritorna a casa da quello che mi risulta è molto differente, per cui potrebbe essere che se un’Anima decide di rimanere incastrata nella dimensione terrena passi un periodo che può essere anche molto lungo riflettendo su com’è andata la vita appena trascorsa, sui propri fallimenti come le proprie vittorie, sulle cose risolte o meno e sui rapporti umani personali che ha intrecciato con altre Anime. Questo può sicuramente rappresentare una sorta di Purgatorio, dopotutto questi “fantasmi non vedono mai la famosa luce, spesso hanno freddo e finiscono per vagare nei medesimi posti senza quasi mai essere visti, quindi senza la possibilità alcuna di poter essere aiutati . L’unico modo che hanno per poter fare il salto dimensionale è che qualcuno li veda e ce li mandi… ma questo è un altro discorso che magari se vi interessa affronteremo in un altro momento.

Cosa succede invece quando si arriva nell’Aldilà?? succede che si viene accolti solitamente da qualche Anima che conosciamo, dopo i primi istanti di smarrimento si viene accompagnati dentro una stanzetta dai colori neutri, piena di schermi ( se scorrete gli articoli sopra troverete la spiegazione più dettagliata nell’articolo intitolato L’Aldilà) in questa stanza ci viene mostrata la vita appena trascorsa, quello che siamo riusciti a raggiungere e i nostri fallimenti, quello che abbiamo costruito e i karma che abbiamo accumulato….dopo di che abbiamo del tempo a disposizione per noi stessi prima di iniziare il processo che ci porterà ad una nuova incarnazione.

L’Aldilà è una dimensione molto simile alla nostra dove si lavora e ci si impegna per la maggior parte del tempo a pianificare la vita che si dovrà venire ad affrontare qui sulla terra. Questo perchè si considera la vita terrena come fosse una scuola, con delle prove da superare per poter portare avanti l’evoluzione della nostra Anima. Il corpo che le Anime scelgono per poter stare sulla terra è come se fosse un vestito che viene cambiato ad ogni vita, invece certi tratti di personalità ce li portiamo dietro vita dopo vita.

Spero di essere state abbastanza chiara anche se forse decisamente “lunga” ma le cose da dire sono veramente tante:) 🙂 🙂

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    Mi sorprende leggere della presenza di schermi nell’Aldilà.

    1. heavenrosee ha detto:

      ciao, sono come delle televisioni molto piatte,che scendono e ti mostrano vari spezzoni della tua vita, a qualcuno è successo anche di vederle durante il coma o durante un arresto cardiaco. Capisco che possa sembrare strano perchè l’idea che noi abbiamo di Aldilà è piuttosto astratta 🙂

      1. Le perle di R. ha detto:

        Poiché le descrivi come schermi o televisioni, potrebbe essere una proiezione creata dalla mente?

      2. heavenrosee ha detto:

        …sinceramente avendole sempre viste e sentendo che anche ad altre persone è successo di vederle non mi sono mai posta la domanda . l’aldilà per un breve periodo ci rimanda abitudini ed emozioni molto terrene per cui potrebbe essere che ci venga mostrata la vita appena trascorsa in un modo a noi familiare

  2. LatteScaduto ha detto:

    Magnifico! Ma tu sai proprio tutto! Ma come fai?
    Sai il senso della vita, sai anche cosa succede dopo la morte, ecc. E pure con quella totale certezza che si percepisce nelle tue parole.
    Nemmeno Mosè quando è scesa dal monte Sinai con in mano le tavole…!!!

    1. heavenrosee ha detto:

      ciao latte scaduto :), io so quello che ho visto passato e imparato … ogni esperienza è basata sulle proprie conoscenze e accadimenti di vita… Mosè quando è sceso dal monte sapeva quello che aveva scritto sulle tavole…. io so il mio e tu il tuo! grazie del commento l’ho trovato interessante e pure simpatico ti auguro una buona serata 🙂

Rispondi